-->

29 luglio 2017

Ripartire dal primo luglio. Rifuggire da una politica che di fronte a sfide epocali si esprime segnando distinguo incomprensibili dettati dal rancore e dall'agire“ contro”. Rappresentare la sinistra in Italia.

Lo scorso primo luglio eravamo in piazza SS Apostoli insieme a tanti altri. Storie, provenienze, punti di vista plurali che possono diventare un minimo comune multiplo di buona politica, finalmente.
Eravamo lì ed abbiamo collettivamente assunto una responsabilità di fronte a tutta quella larga fetta di società che guarda con disaffezione alla politica e al futuro, che rischia di essere consegnata al voto di protesta, ai populismi o all'astensione: spogliarsi delle antiche e recenti appartenenze per costruire un nuovo soggetto politico, di centrosinistra, ampio, civico, riformista e di governo.
Un soggetto da costruire con il metodo del consenso, spalancando porte e finestre ai corpi vivi della società.
Eravamo coscienti che quella piazza non sarebbe stata sufficiente e che, a partire da quella giornata, avremmo dovuto coinvolgere milioni di persone e altre culture politiche diverse dalla nostra per quanto vicine. Anche per questo, subito dopo, abbiamo deciso di metterci a disposizione, di abbandonare le vecchie certezze senza averne di nuove e di costruire Insieme X Milano.
Convinti che fosse una scelta generosa e coraggiosa, utile al centrosinistra e al Paese.

Gli avvenimenti di questi giorni ci rimandano l'idea che il processo appaia bloccato ancora prima di partire. Sarebbe un'occasione persa ancora prima che un errore. Bisogna rifuggire da una politica che di fronte a sfide epocali si esprime segnando distinguo incomprensibili dettati dal rancore e dal agire“contro”.
Non possiamo permetterci questa mancanza di lungimiranza. E forse guardare a Milano, partendo dall’esperienza arancione larga e coesa che si è fatta modello di buona politica e di buon governo fin dal 2011 aiuterebbe a rafforzare quella volontà di far vivere una nuova stagione che sappia coniugare innovazione idealità e concretezza, che sappia rimotivare molti nostri concittadini che si riconoscono nei valori della sinistra e ora sono delusi e disillusi.
Riunire la politica e le persone, invece che federare ceto politico o sommare sigle, così da aprire una stagione davvero nuova. Una stagione in cui liberare il centrosinistra da ogni logica di autosufficienza o di arroccamento, in netta discontinuità con il passato dando spazio ai contenuti e alle proposte politiche programmatiche.

Con questo spirito, rivolgiamo un appello a tutti i protagonisti dell’iniziativa del 1 luglio per trovare, con tenacia, punti di condivisione nella chiarezza degli obiettivi, avendo suscitato tanto interesse e attese in una significativa parte di elettorato di centrosinistra. Per questa nuova strada noi ci siamo.

Gruppo consiliare Insieme x Milano (Anita Pirovano, Natascia Tosoni, Emmanuel Conte, Paolo Limonta e David Gentili)

Nessun commento: